Una parola al giorno – Frazione impropria

«Una parola al giorno», quattro lingue con permesso di soggiorno euro-mediterraneo, per comunicare in buoni rapporti persino la matematica!

Proseguiamo con la terminologia relativa alle frazioni, proponendo oggi l’espressione frazione impropria, strettamente correlata al concetto di frazione propria introdotto ieri.

Ricordiamo che una frazione N/D (dove N indica il numeratore e D il denominatore) si dice impropria quando la parte intera della divisione N:D è maggiore di zero in valore assoluto.

180506Glossario- Frazione impropria

Prendiamo ancora l’esempio delle due frazioni 4/7 e 7/4 introdotto nella scheda sulla frazione propria: abbiamo detto che 7/4 rappresenta, a differenza di 4/7, una frazione impropria.

L’uso delle classiche «fette di torta» ci viene in aiuto, ammesso che siamo capaci a dividere un cerchio in sette parti uguali! Ma facciamo finta di essere capaci, e avviamo quindi questa riflessione di pasticceria (eh sì, per fortuna hanno inventato geogebra che ci dà quest’illusione di onnipotenza…) 📐✍️

Dando un’occhiata alle figure è infatti facile rendersi conto della differenza che corre fra il mangiare i quattro settimi di una torta e i mangiare i sette quarti di una torta, anzi di due torte.

Eh sì, perchè indigestione a parte, per fare i sette quarti non basta una sola torta ma ce ne vogliono due: ecco perchè la chiamiamo una frazione impropria: devo dividere un qualcosa che però ho dovuto prima moltiplicare. Facile, no?

quattrosettimi
quando mi sono appena abbuffato con i quattro settimi di una torta (quelli colorati sono i tre settimi restanti!): seppure esagerata, dal punto di vista delle frazioni si tratta di un’abbuffata propria 
settequarti
Quando sono passati a trovarmi i miei amici e insieme ci siamo abbuffati con i sette quarti di una – pardon, di due – torte. (In colore il quarto di torta avanzato per la colazione di domani mattina). Dal punto di vista delle frazioni (e anche della dietologa!) si è trattato di un’abbuffata impropria.

Frazioni a parte, ricordate di mangiare sempre il giusto, né troppo né troppo poco, variando la dieta e senza esagerare!

Ritornando alle nostre schede multilingue, rispetto alla precedente vi è soltanto la variazione di una particella di negazione: prefissa nelle lingue europee, espressa dall’avverbio ghayr (dove gh indica una lettera unica, la ghayn, simile nella pronuncia alla r francese).

Lasciate i vostri commenti, se ne avete

#unaparolaalgiorno #ditelavostra #frazioni

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...